“La Musica può fare”, una domenica stellare

Giunta all’ottava edizione, la manifestazione culturale La musica può fare si svolgerà il 16 giugno a dell’Arena Ferdinando II, a San Nicola La Strada (CE). I cancelli verranno aperti dalle 17:00 fino a mezzanotte.L’ingresso avviene con contributo minimo volontario di 5 euro.

La musica può fare prevede sette ore di musica e attività per bambini. Ci saranno aree tematiche e saranno presenti stand di artigianato e arte del riciclo. Non mancheranno le mostre fotografiche e pittoriche. Il tutto orientato a valorizzare il territorio e i suoi luoghi simbolo di aggregazione. 

UN FESTIVAL INTERSTELLARE

Totalmente autofinanziata, il festival La musica può fare è ideata e organizzata dall’associazione culturale no profit Club 33 Giri.
“Un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l’umanità”, disse Neil Armstrong quando posò il suo piede sulla Luna, il 20 luglio 1969. A cinquant’anni da quel viaggio che ha cambiato la storia, l‘associazione Club 33 Giri ha deciso di dedicare l’ottava edizione del festival al tema dello spazio, con allestimenti e installazioni a tema. L’obiettivo principale dell’associazione culturale è, da sempre, offrire ai propri soci e amici esperienze di condivisione e arte nel segno della spensieratezza e dell’allegria, attraverso molteplici attività.

Grazie al supporto della Pro Loco e del Comune di San Nicola La Strada (CE), si rinnova un appuntamento che negli anni ha saputo coinvolgere pubblico proveniente da tutta la provincia di Caserta e non solo. Una giornata dedicata alla condivisione, alla gioia, alla musica e al divertimento, con attività dedicate a tutte le fasce d’età: bambini, giovani, genitori e nonni insieme per vivere un’esperienza unica nel suo genere.

SUL MAIN STAGE TRE GRUPPI LIVE

Sette ore di musica dicevamo. Sul main stage saliranno i partenopei Romito che si sta imponendo sulla scena locale come una delle proposte più originali. Il gruppo mescola sonorità indie folk ed elettro-pop di matrice anglosassone alla lingua Napoletana. A seguire si esibiranno i Mòn, band romana che dà vita a un collage onirico di musiche e parole. Il gruppo attinge in modo originale alle fonti dell’indie-pop-folk di matrice europea che vede in Bon Iver, Beirut i suoi riferimenti più importanti. Infine Bradipos IV, band casertana, simbolo della musica surf-garage in Italia ed Europa. Nel 1996 il primo live, nel 1999 il primo album, e poi ancora tantissimi successi e numerosi tour. 

PERFORMANCE UNPLUGGED E MOSTRE D’ARTE

Il tutto sarà arricchito da performance unplugged, le Interstellar session, ovvero si esibiranno quattro progetti campani emergenti.
Ci sarà A smile from Godzilla, cantautorato folk nato da un’idea di Daniele Montuori, giovane musicista napoletano. A seguire La Preghiera di Jonah, band salernitana dalle sonorità rock, melodie graffianti, che fonde con testi introspettivi, ironici e riflessivi. Poi Malevera, gruppo casertano che scrive testi in lingua napoletana per dipingere un vero e proprio spaccato di un “vico”, ambientando i testi in diversi generi musicali provenienti dai luoghi e dalle tradizioni più disparate. Infine Manco, progetto del cantautore napoletano Antonio Manco che mescola blues, folk e rock, ha da poco pubblicato il suo secondo album di inediti “Sedicinoni” (Apogeo Records).

Nell’area espositiva si potranno apprezzare opere degli artisti casertani MariaTeresa Palladino, Luigi Ambrosio, le fotografie di Antonio Di Vilio. Inoltre, ci saranno gli scatti scelti dalla mostra di Controluce Circolo Fotografico sul laboratorio di percussioni promosso dalla Piccola Libreria 80mq e curato dal maestro Gino Izzo nell’ambito del progetto “La cultura unisce i popoli”.

CLUB 33 GIRI, ASSOCIAZIONE DI APPASSIONATI DI CULTURA

L’Associazione Culturale Club 33 Giri nasce nel 2012 a Santa Maria Capua Vetere (CE) ad opera di un gruppo di giovani professionisti e appassionati di cultura.  Grazie alla creazione di uno spazio di aggregazione e condivisione di conoscenze e passioni, l’associazione ha creato una realtà di successo. La sua integrazione nel tessuto associativo locale, grazie a numerose collaborazioni con nascenti o già consolidate realtà territoriali volte alla realizzazione di eventi e manifestazioni culturali.
Tra le varie attività proposte si evidenziano il festival La Musica Può Fare, giunto alla sua VIII edizione e il progetto “Dei Ritratti – 33 Giri nell’archeologia” in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Caserta, Salerno, Avellino e Benevento, che ha visto la realizzazione di laboratori di scrittura creativa, fotografia e disegno, volti alla creazione di mostre estemporanee realizzate da giovani studenti. Oltre 250 concerti organizzati presso la propria sede.

It's only fair to share...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin